Animali Fantastici e dove trovarli

animali-fantastici-e-dove-trovarli

floral-line

Settimana scorsa sono andata al cinema a vedere l’attesissimo Animali Fantastici e dove trovarli. Avevo davvero altissime aspettative, in quanto sui social network già si vociferava della validità della pellicola soprattutto a livello di produzione.
Fiduciosa e in piena trepidazione, mi sono armata della mia caldissima sciarpa di Grifondoro e del mio ciondolo dei Doni della morte e mi sono recata al cinema, con il cuore colmo di emozione.
Una volta abbassate le luci in sala, subito mi è venuta la pelle d’oca al suono della ormai famosa colonna sonora di Harry Potter che accompagna il logo iniziale della Warner Bros, con il titolo del film zoommato sempre di più ad ogni singola nota fino ad attraversarlo completamente. Mi ha riportato con la memoria ad otto anni fa quando la magia del mondo Potteriano teneva ancora viva la nostra fantasia.
La storia si volge molti anni prima rispetto alla nascita del nostro Harry, più precisamente nel 1926 quando Newt Scamander, un Magizoologo, sbarca a New York con quella che agli occhi di un image-imgtype-articleleadwide-620x349babbano, o nella lingua americana un No-mag, può sembrare una comunissima valigia, ma che in realtà al suo interno racchiude numerose specie di animali fantastici che il mago studia ai fini della stesura del suo libro Gli Animali Fantastici: Dove Trovarli. Sfortunatamente, quando Newt assiste ad un comizio della leader di un movimento che ha come obbiettivo scovare ed uccidere le streghe, dalla valigia del mago uno Snaso fugge intrufolandosi nella banca alle sue spalle, attirato dalla merce preziosa.
Nel tentativo di riacciuffarlo, Newt si scontra con il simpaticissimo Jacob Kowalski, un No-mag con cui scambia per errore la valigia.
Per la sua imprudenza, Newt viene arrestato dalla ex Auror Tina Goldstein ma nel frattempo a casa di Jacob altre creature scappano dalla valigia semiaperta. Nel tentativo di riprendere tutte le creature fuggite per la città, il gruppo dovrà affrontare numerose peripezie e risolvere il mistero che si cela tra le vie di New York. Infatti qualcosa di molto forte e pericoloso si aggira per la città, seminando il panico e alimentando il movimento anti streghe.
Nonostante il libro prodotto da J.K. Rowling non abbia nessuna storia al suo interno, in quanto oltre a qualche accenno sulla vita di Newt e sul suo intento di studiare gli animali fantastici, gran parte del libro è un semplice elenco delle creature con una breve descrizione dell’aspetto e delle capacità; il film è stato davvero spettacolare.
Ovviamente si vede lo zampino dell’autrice, la quale ha stilato personalmente la sceneggiatura. Oltre ad essere spettacolare a livello di produzione, in quanto gli animali sono resi davvero alla perfezione, ho trovato il film complesso con temi che vanno ben oltre al puro e semplice film per bambini.
Infatti è ricorrente in tutta la storia il tema del maltrattamento sui minori, con scene anche molto crude. Nonostante fossero forti, in quanto possono magari dare fastidio scene dove dei bambini vengano picchiati, personalmente le ho trovate funzionali ai fini della tramacredence-family-fantastic-beasts portando il film ad un livello superiore al semplice film infantile.
Vi è anche il maltrattamento degli animali, che tocca personalmente il nostro protagonista Newt. Più volte assistiamo ai suoi gesti amorevoli nei confronti delle sue creature, alternate al suo completo schieramento per difenderle dai maltrattamenti che il Magico Congresso degli Stati Uniti d’America insinua nei loro confronti. Anche con creature che all’apparenza sembrano pericolose e senza anima, Newt mette tutto se stesso per comprenderle, aiutarle e difenderle da quei maghi che intendono trattarli invece come barbari. Oltre ai temi, mi sono innamorata completamente dei personaggi e specialmente di due. Il primo ovviamente di Newt, interpretato da un fantastico Eddie Redmayne.
A differenza dei film odierni, dove l’eroe di turno è perfettamente perfetto e con un potere illimitato che mette in ginocchio gli antagonisti, Newt è totalmente l’opposto.
E’ timido, impacciato e incredibilmente introverso come se si sentisse a disagio con le persone e in completa armonia invece con i suoi animali. Non è il prescelto e non è un mago dagli incredibili poteri, infatti si accenna anche alla sua espulsione da Hogwarts.
Ho apprezzato davvero moltissimo questa sua caratterizzazione, che lo fa uscire finalmente dagli soliti schemi e inoltre Eddie Radmayne lo ha realizzato alla perfezione, non potrebbe esistere uno Newt Scamader diverso da lui.

1463045651_fantastic-beasts-eddie-redmayne-600x335
Il secondo personaggio che ho davvero amato in questa pellicola è stato Jacob, il No-mag che nel corso del film diventa il migliore amico di Newt. Nonostante i temi elencati prima, il film non è assolutamente un mattone pesante, ci sono infatti numerose scene comiche e davvero divertenti ciò grazie alla presenza di Jacob, il quale rappresenta praticamente tutti noi poveri babbani.
L’uomo è in perenne estasi di fronte al mondo magico, si esalta vedendo gli oggetti voltanti, fraternizza immediatamente con le numerose creature magiche nella valigia di Newt e rimane affascinato dalle molteplici sfaccettature che compongono il mondo magico. E poi la sua goffaggine e spontaneità mi hanno davvero fatto fare delle grandi risate, con le lacrime agli occhi.
E poi ci sono loro, ovviamente i protagonisti indiscussi dell’intera pellicola non potevano che essere gli animali fantastici. E’ difficile dover dichiarare il migliore di tutti, dal Demiguise che si rende invisibile all’occorrenza, all’Occamy un serpente piumato che ha la capacità di cambiare dimensione per nascondersi in ogni tipo di spazio. Al Tuono Alato che ha la capacità di causare delle forti tempeste, al timido Asticello fatto interamente di corteggia.

images
Ma indubbiamente, il vincitore indiscusso è stato lo Snaso ovvero una piccola talpa in grado di fiutare tesori. Ogni volta che c’era lo Snaso, rubava la scena agli altri protagonisti, simpaticissimo e dal muso tenero non vedevo mai l’ora che tornasse sullo schermo per combinarne un’altra delle sue.
Infine i colpi di scena sono stati tutti ben studiati, il cliffhanger finale mi ha fatto letteralmente saltare dalla poltrona del cinema e per il quale non posso attendere troppo a lungo il seguito.
Ma purtroppo dovremo pazientemente aspettare, nel frattempo sul web è già stata confermata la notizia dei cinque film che andranno a comporre questa nuova saga.
Per il momento il mio giudizio per questo primo film è cinque stelle piene, con la speranza che non venga tutto rovinato.

voto:5

PluffaCalderone

floral-line

niffler-e1479905306487

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...